PIENEZZA

DISTRATTAMENTE SEI QUI

IL SUO AFFETTO.. 

 

Quando sei quietamente immersa nel tuo laboratorio di notte, sembri un angelo
e chiedo al sole di rimandare l’alba.

Se avessi la sfera magica, farei di te l’onda perfetta e del mare il tuo mondo.

Tu sei quello che io non sono.
Sei l’abbraccio.
Sei quel sorriso in me sfiorito.
E se io fossi il mare ti terrei sull’isola delle speranze
e guarirei le tue ferite.

Se fossi Arte farei di te una statua d’avorio e rame.
Plasmerei le tue rughe,toglierei quel solco di dolore
e farei de te l’icona dell’amore.

Se irrimediabilmente scendessi nelle piaghe degli inferi, farei del fuoco solo ghiaccio

per render fresca
quella tua malinconia.

Sei nata dal dolore,
sei cresciuta nel nome dell’amore,
sei cosparsa di ferite,
sei TE che sorreggi me.

Sei amica mia e oltre.

 

 

Vento per DISTRATTA

tutti i diritti sono riservati