PASSI

OCEANOMARE parte ||

 LIBERAMENTE

Si voltò e lentamente tornò sui suoi passi. Non c’era più vento, non c’era più notte, non c’era più mare, per lei. Andava e sapeva, dove andare. Questo era tutto. Sensazione meravigliosa. Di quando il destino finalmente si schiude e diventa sentiero distinto, e orma inequivocabile, e direzione certa. Il tempo interminabile dell’avvicinamento. Quell’accostarsi. Si vorrebbe non finisse mai. Il gesto di consegnarsi al destino. Quella è un’emozione. Senza più dilemmi, senza più menzogne. Sapere dove. E raggiungerlo. Qualunque sia, il destino. Camminava. Ed era la cosa più bella che avesse mai fatto.

 

DIS.

 

 

VA PURE VIA

 2 passi

 

Riconosco questo silenzio

ha il frastuono dei tuoi passi

fuggiti lontano.

Ma te vai vai ..

va pure via

io resto a frenare fiaccole e lampi

sulla sorte

abbracciando solitari tramonti.

Lo sai, il tempo trafuga e poi prosciuga il cuore.

A che serve parlare

se non posso spiegare

senza poter inciampare in due parole.

Non ho più niente da aspettare

ma solo ritrovare l’amaro della sera,

correndo

sopra questo filo d’inquietudine sottile

che mi hai lasciato

 

 

 

DISTRATTA