NOTTI BIANCHE

Il regalo mio più grande (e son 43)

 

Ho vissuto ogni giorno dell’anno perdendo lotte colossali ma son sopravvissuta e sto ancora qua e questa è l’unica vittoria che ho. Una vittoria costata periodi duri, pesanti, scomodi. Notti confuse e smisurate seguite da eterne giornate di attese a perdere. Da questa riuscita adesso ricomincio, con le dovute difficoltà, a prendere in mano la mia vita e tutto quello che c’è adesso accettando ancora una volta la mia ennesima e involontaria metamorfosi, provando ancora una volta ad avere fiducia nel bello e nel buono delle cose.

Perdermi nel sorriso di mia figlia e nella sua spensieratezza è l’incomparabile principio.

 

 

DISTRATTA