nikon

belladonna

E come per incanto, tra fastidiosi piovaschi e qualche raggio di sole, splendida e superba, tu belladonna mi hai stregato.  

Tutti i diritti riservati a DISTRATTA©

 

Quando Amarilli mostra, bella ed elegante,

Il ricco suo splendore fiammeggiante,

Nasconde il capo con modestia il giglio;

Sembra la prima aperta con orgoglio

A conquistar dell’occhio umano il guardo,

Che il bello coglie ratto come un dardo.

Eppure invan l’onore è conquistato,

Poiché presto il suo corso è terminato:

Essa sboccia, fiorisce, langue, spira.

Ora la sprezza l’uomo e più non l’ammira.    

L’amarillide trae il suo nome da Amarilli, personaggio femminile di cui si parla in un’opera di Virgilio e tale nome proviene da una parola “greca” che significa “abbagliante”. La specie si chiama Belladonna. Nel linguaggio dei fiori rappresenta sia l’alterigia sia l’orgoglio, forse perché è un fiore difficile da coltivare, ma una volta fiorito eclissa tutti quelli intorno. La bellezza dell’Amarillide ha però vita breve.  

Profumo di mare


Il mare profuma le strade dell’isola, oggi: il maestrale apre i pori della pelle, lava la faccia alle case, spacca le onde e la rotta. A terra, aspettando che la forza del vento si consumi.

 Emil Cioran, da “Quaderni”