HOPPER

EDWARD HOPPER

 

Hopper_Edward_New_York_Movie 1

La grande popolarità di Hopper deriva tanto dal suo stile, quanto dal suo atteggiamento verso i soggetti. Le sue figure sono imprigionate nel posto che occupano perché diventano parte della composizione generale del quadro. Figure che non hanno capacità di movimento indipendente e che sembrano sopraffatti dalla società moderna, incapaci di rapportarsi psicologicamente agli altri e che, con gli atteggiamenti del corpo e i tratti facciali, denotano di non avere mai una posizione di autorità. 

Hopper-lleno

Inoltre predilige immagini urbane o rurali, immerse in un silenzio, in uno spazio reale ma che allo stesso tempo sembra metafisico, comunicando allo spettatore un forte senso di estraniamento del soggetto e dell’ambiente in cui è immerso. I colori sono brillanti, ma non trasmettono calore.

hopper_07_ok

La scena è di solito deserta; nei suoi quadri raramente vi è più di una figura umana, e quando ve n’è più di una, quello che emerge è l’estraneità dei soggetti e l’incomunicabilità che ne risulta.

Accentuando la solitudine.

 

 

DISTRATTA