DAL CUORE ALLA PENNA (da Voi a Me)

Da una terrazza di mare

Da una terrazza di mare rivedo te

i tuoi fiori coloriti come i quadri

con quella vita che ci disegni.

Te, che non corri il tempo

che come me hai capito che esso corre

ma non per questo tutti dobbiamo andarci appresso

a ritmo di formicai, di file indiane.

Te, che il dolore sai

ma l’hai sanato pezzo per pezzo

pazientemente

ricucendo le ferite del cuore

ma non celandole ne facendone un vanto.

Da una terrazza di mare rivedo te.

Lo sguardo triste dietro gli occhiali scuri

oppure con la risata dei ragazzini

come sei te.

Volo di quei gabbiani

che in una notte d’estate si fermò

sopra le pagine di questo libro

e che ci torna dopo burrasche e mare

distrattamente

ma sempre con in mente che il viaggio avanza

tra un caffè e una cicchina e una risata.

Nel fianco qualche spina

che quando ci sarà la toglierò come per me fai tu.

E rideremo ancora

sulla terrazza di mare che sorride

 

MARCO VASSELLI per DISTRATTA.
La tela “Notte distratta” è opera di DISTRATTA.
2010© Tutti i diritti sono riservati

DA UN AMICO

 

Soffice, costante, libera.

La pioggia racconta il viale

che mi separa dal folto del bosco.

Assaporo l’attimo che mi conduce

all’interno di un mondo inesplorato.

Ne costeggio i confini con lo sguardo.

Trema la pelle a contatto con il silenzio,

sbiadiscono sensazioni opache e fluttuano le mie mani  

come rami del mio corpo.

Son fermo, teso, rasente

ad ogni mio dubbio.

Ascolto il vuoto incessante della pioggia.

Tintinna e carezza il mio andare,

son libero e vero e si annebbia la vista

e piovono lacrime le mie ciglia

e gracchiano i miei piedi sulla terra nuda

e ride il mio io vigile.

Qui, dove tutto è fermo nel tempo

dove nessuno disturba un mio pensiero

io ho te.

Te che balli in punta di parole

e disegni con naturalezza

il contorno di questi miei giorni.

Ballo, solo con un riflesso.

La mia voglia di perdersi nella tua.

Voglia cangiante di te, Sole.

  

CLAUDIO M.

 TUTTI I DIRITTI SON RISERVATI

FOTORACCONTO_ L’ATTESA

 

Bell’e Distratta sei

toscana e fiera

occhi di luce e mare dietro il vetro.

Che d’ogni volta troverei maniera

di esprimerti la stima e l’amicizia.

Musa confusa e triste tante volte,

ma dell’abbraccio tuo

porto il ricordo

come del bacio andato chissà dove

distratto anch’esso a prender viso e forma.

Ed è la forma tua d’albe d’incanto,

talvolta penso a cosa stia facendo

ma della cicca e di quei tre scalini

amo aspettar che si palesi il sogno.

Così ora so che un dì ci rivedremo,

migliorerò il dialetto,

so che non è un difetto e sorridemmo,

e come sorrider vorrei sempre avere in mente

il viso tuo di guance belle.

Tienimi stretto a te,

raccontami di belle e brutte cose,

come di viole e rose e quel progetto

di tinteggiare il mondo con la tua arte.

Torna Distratta a me.

Sarò contento

e non m’importa il tempo 

dove o quando.

So che ti avrò con me di nuovo a fianco

a colorar bianche notti e risa!

 

Marco Vasselli per Distratta

2012

© Tutti i diritti sono riservati 

CHE AMICA SEI

 

A Dis.

 

Quando sei quietamente immersa nel tuo laboratorio, di notte,

sembri un angelo
 e chiedo al sole di rimandare l’alba.

Se avessi la sfera magica, farei di te l’onda 
perfetta e del mare il tuo  

mondo.

Tu sei quella che io non sono.
 Sei l’abbraccio.
 Sei quel sorriso in me  

sfiorito.
 E se io fossi il mare, ti terrei sull’isola delle Speranze
e guarirei le  

tue ferite. Se fossi Arte, farei di te una statua d’avorio e rame.


Plasmerei le tue rughe, toglierei quel solco di dolore 
e farei de te l’icona  

dell’amore.

Se irrimediabilmente scendessi nelle piaghe degli inferi
 farei del fuoco solo  

ghiaccio per render fresca
 quella tua malinconia.

Sei nata dal dolore,
sei cresciuta nel nome dell’amore,
sei cosparsa di ferite,


sei TE che sorreggi me. Sei amica mia e oltre.

Tu SEI mare.

E niente di più bello 
questo mondo ha regalato mai.

 

Vento

http://semprevento.wordpress.com/

TUTTI I DIRITTI SON RISERVATI

NOTTE DISTRATTA

 

 

Ma non lo senti che silenzio attorno?

Soltanto vento e calma di pensieri.

E un’altra notte va.

Tra versi di colore un po’ distratto,

io e te qua soli.

Dall’alto della torre.

Un pacco di cicchine

e tazze di caffè

e risa d’occhi

e lacrime commosse,

come che fosse eterno

il buio della notte,

ma io e te illuminiamo a giorno.

E questa torre un faro divenire

a illuminare

tutt’attorno il mare.

 

 

Dipinto di DISTRATTA 2009

Testo di Marco Vasselli

Tutti i diritti sono riservati 

 

Pittura e poesia. Binomio questo di pura espressione. Elaborare parole e gradazioni per appagare la propria stima. Facendo viaggiare la genialità, avvalorando la propria estensione.

Grazie  Marco, Amico inestimabile.

 

 

 

NOTTE DISTRATTA

 nottedistratta2

DISTRATTA©

 

Da una terrazza di mare rivedo te

i tuoi fiori coloriti..

come i quadri con quella vita che ci disegni.

Te che non corri il tempo

che come me hai capito che esso corre

ma non per questo

tutti dobbiamo andarci appresso

a ritmo di formicai, di file indiane.

Te che il dolore sai

ma l’hai sanato pezzo per pezzo

pazientemente

ricucendo le ferite del cuore

ma non celandole ne facendone un vanto.

Da una terrazza di mare rivedo te

lo sguardo triste dietro gli occhialoni scuri

oppure, con la risata dei ragazzini,

come sei te.

Volo di quei gabbiani

che in una notte d’estate si fermò

sopra le pagine di questo libro

e che ci torna

dopo burrasche e mare

distrattamente

ma sempre con in mente che il viaggio avanza

tra un caffè, una cicchina e una risata,

nel fianco qualche spina..

che quando ci sarà la toglierò

come per me fai tu.

E rideremo ancora

sulla terrazza di mare che sorride

 

 

 

Testo di Marco Vasselli

Il dipinto "Notte distratta" è di mia creazione 

DISTRATTA©

Tutti i diritti sono riservati 

 

 

POETA PER PASSIONE

POETA

ORA LASCIA CHE TI DICA CIO’CHE PENSO

FRUGANDO ADAGIO 

NEL TUO SPAZIO VERO E DENSO..

DOVE NULLA MAI 

IO CI TROVO DI BISLACCO

TE CHE PER ME MAI SEI DISTRATTO..

E MENTRE TUTTI CORRONO CHISSA’ POI DOVE

TU TI TRATTIENI 

E L’IDEA MI COMMUOVE..

LA DISTANZA PER TE NON E’ MAI UN PROBLEMA

UN CUORE PIENO D’AMORE,

E’QUESTO IL TUO EMBLEMA..

CHE SIA MILANO MADRID O FIRENZE ARRIVI SEMPRE A 

COLMARE LE ALTRUI CARENZE 

RIEMPENDO SPESSO DI QUALCUNO IL VUOTO

CON SEMPLICI FRASI O POESIE..

TALVOLTA CON FOTO.

QUESTO E’ IL MIO MODO DI RINGRAZIARTI

STAVOLTA DIVERSO

MA SOLO PER NON ANNOIARTI..

USANDO FRASI FORSE POCO ORIGINALI

MA ALMENO NON SARANNO..

.. SCONTATE E BANALI.. 

 

 

All’amico di sempre Marco Vasselli

http://ilcavalierenero.wordpress.com/

  

DISTRATTA  2009

 

 

PERLARARA

 

perla 

IL MIO PENSIERO

STASERA E’ PER TE.

TE ..

CHE HAI TRACCIATO

NEL MIO PERCORSO

QUESTA DELICATA LINEA

CHIAMATA AMICIZIA

TE ..

CHE HAI DISCHIUSO

LA ZONA BUIA

DELLA MIA EMOTIVITA’

TE ..

CHE MI HAI RESA COMPLICE

DI PENSIERI

LACRIME E SORRISI

TE ..

CHE SEMPRE E DA SEMPRE

RASSERENI

QUESTA MENTE

DELIZIANDOMI LO SPIRITO

 

 

DISTRATTA 

 

 

Per DIS.

 

STANCA 

Questo non è amore.

Non esistono aggettivi per definirlo .

La “ tua bellezza seduce proprio ”

nel modo

che nessuno vorrebbe .

Nessun modo per contrastarla …

Il TUO scrivere violenta il cervello

lo inonda di breve calore.

Sembra arrivi da un altro mare

un’ isola misteriosa ,

con Te seduta sopra il tuo“magico scalino”

che sei guida 

di deliranti pensieri veri.

E poche sono le chiavi di lettura,

qui adesso .

Non ti manifesti

ma sei presente 

con umiltà saggia

che ci circonda con i tuoi occhi 

umidi di

…TRISTEZZA….

 

 

massi64
dedica per un amica ….

TUTTI I DIRITTI SON RISERVATI

 

 

Come la perla all’ostrica

 

Come la perla all’ostrica appartiene,
accoglimi così in te

in un pulsar di sangue nelle vene,
nel candore distratto del tuo viso,
nella perfezione dei seni,
apri a me il fiore
il nettare , la passione ed il gioiello
del blu di mare
dei tuoi occhi sorridere .

Coccolami
tra le braccia di artigiana,
nella perfezione del tuo silenzio e delle tue dita.

Annientami nei tuoi sensi
mischiali con i miei,
dove non c’è più un " sono " oppur un " sei "
ma solo un noi ,
fieri perfetti e assurdi .

Vestiti di passione
uno dinanzi all’altro,
a saziarci le lingue e le labbra,
e lasciami carezzare
la seta di quei capelli marinari ,
in punta di dita delicato
pettinarli col cuore con leggerezza ,
come distrattamente sta la brezza ,
da una terrazza di mare so di te .

 

 

Marco Vasselli per DISTRATTA
2011
Tutti i diritti sono riservati