BLOG

Perdono

Siccome è più vantaggioso vivere l’amore

anziché scarabocchiarne dopo ..

uso il presente

 per chiederti perdono

Oggi mi scuso per le cazzate fatte ..

per qualsiasi indolenza 

 per ogni aspirazione 

o delusione

che son riuscita a procurarti.

Da bimba ho dato per scontato

che ogni babbo sapesse tutto sulle stelle e sui mari

su tempi e terre lontane ..

Che ogni babbo 

Avesse la tua stessa voce rilassante  

nel leggerti un libro la sera ..

che sapesse realizzare ninnoli

o insegnarti a fischiare.

Scontato anche poter 

con un semplice gioco delle dita ..

fare un nodo da marinaio

Ma sopra ogni cosa

convinta che sempre e comunque

ci si potesse fidare.

Oggi so ..

che sono stata molto fortunata 

grazie babbo.

Ovunque tu sia ..

 

 Distratta.

Open day

 IMG_0467

 

Sì, latitante. 

Ermeticamente chiusa (tra le cosedistratte) ma la finestra è spalancata, anche se fa un po’ freddo. 

Perché c’è la brezza del mare a profumare la stanza.  

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

E comunque domani sarò là. 

DIS.

Aiutaci a mettere il cancro all’angolo

logo 

 arancia

 

 

Sabato 26 gennaio scegli le
 ARANCE DELLA SALUTE®
 

Aiutaci a mettere il cancro all’angolo.

 I nostri volontari ti aspettano in piazza!

Con un contributo di 9 euro riceverai

2,5 kg di arance rosse di Sicilia

e un numero speciale di Fondamentale con le ricette appositamente create dal famoso chef Moreno Cedroni e ricco di consigli per uno stile di vita salutare.

Da una terrazza di mare

Da una terrazza di mare rivedo te

i tuoi fiori coloriti come i quadri

con quella vita che ci disegni.

Te, che non corri il tempo

che come me hai capito che esso corre

ma non per questo tutti dobbiamo andarci appresso

a ritmo di formicai, di file indiane.

Te, che il dolore sai

ma l’hai sanato pezzo per pezzo

pazientemente

ricucendo le ferite del cuore

ma non celandole ne facendone un vanto.

Da una terrazza di mare rivedo te.

Lo sguardo triste dietro gli occhiali scuri

oppure con la risata dei ragazzini

come sei te.

Volo di quei gabbiani

che in una notte d’estate si fermò

sopra le pagine di questo libro

e che ci torna dopo burrasche e mare

distrattamente

ma sempre con in mente che il viaggio avanza

tra un caffè e una cicchina e una risata.

Nel fianco qualche spina

che quando ci sarà la toglierò come per me fai tu.

E rideremo ancora

sulla terrazza di mare che sorride

 

MARCO VASSELLI per DISTRATTA.
La tela “Notte distratta” è opera di DISTRATTA.
2010© Tutti i diritti sono riservati