AMBASCIATORE

NEL BUIO

LA MORTE SOSPIRA

 

La luce cerca nella mente

scrutando ogni crespa

del pallido suo sipario.

Sogno me stessa

mentre senza sosta

osservo le mani mie sparire del tutto.

Mantengo il controllo.

La morte sospira

come un ambasciatore,

con il naso agganciato a un bavero di malvagità,

che indiscutibile punta verso me.

Appare un secondo e procede oltre.

E nel buio,

nel seno tra il giorno e la notte,

il mondo seguita la sua incessante andatura. 

 

 

DISTRATTA