Clandestina io

 

E ritorno da te.

Clandestina tra le tue rivelazioni

cerco segnali di te.

Del chiarore che al calare della sera annebbia

e già si adegua ad una nuova alba.

Ritorno da te.

Come l’altalena rimpatria parallela

alle sue severe corde.

T’inseguo tra le impronte  

e nei segni delle mani aspirate

cercate, ingannate.

T’inseguo tra le cose che non ho

e tra quelle che sogno di avere

in una pagina già scritta, in una foto non ancora scattata.

Ti cerco nell’onda sulla riva

dove inconsistente cammino

con il cuore in rivolta.

Ti cerco tra le stelle ogni notte

prima di accostare le finestre

e prima di scoprirti tra miei sogni.

 

DISTRATTA

5 comments

  1. Per una donna che proclama di essere di legno e non porcellana… direi che sei un grande legno abbarbicato sui sentimenti che in te hanno fragore come le onde del mare, non temono vento e esplodono in emozioni calde come quelle di un vulcano sempre attivo.
    Ehilà… ti mancavano i miei commenti eh?
    Ti invidio… la tua poesia mi alimenta il cuore, la fretta e il lavoro il mio Blog poetico lo hanno imprigionato. Poco tempo per pensare… neppure un attimo per mettere giù le parole del cuore.
    Ma son tornata con un nuovo blog… il vecchio è in attesa di tempi migliori… e se ti va passa a trovarmi.
    Ciao meraviglia di donna.
    http://straparlandoblog.wordpress.com/

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...