AMABILE VELENO

 

 

Abbandonami

nel tepore del mio silenzio

affinché mi senta viva.

Al mattino il mio desiderio

è di franare nuovamente nel buio.

Meglio senza sogni.

I pensieri giacciono a terra

il respiro si fa oscillante.

L’armonia scorre gelida

tra cuore e vene.

Come il più amabile veleno.

Nulla di più chiedo.

Vivere nella silente culla

che non ti appartiene

 

 

 

DISTRATTA

 

 

.

15 comments

  1. Mi sembra un pò un utilizzo estremo, per non dire opposto, degli aggettivi.
    L’armonia, ad esempio, mi suggerirebbe più il tiepido che il gelido.
    Come pure l’amabile per il veleno, mi fa pensare ad una forma di mitridatizzazione.
    Preferisco pensare alla dolce donna che ha scritto questi versi, perchè l’aggettivo qui si accompagna molto bene al soggetto!
    Un bacio carissima Dis!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...