PIANETA MARTE

 

 

Volteggio tra le dita

una polaroid ormai sbiadita.

Ci sono due bimbi

in una chiostra di cemento

con i capelli smossi da un filo di vento.

E’ il millenovecento settantatré

in quella foto

ci siamo io e te …

Ritorno indietro nel tempo

a quanto la vita sia solo un momento

che corre veloce e senza misura

fregandosene di chi

talvolta ha paura …

Erano anni poveri

ma belli

erano gli anni di due fratelli

che cominciavano a studiarsi

ridendo e giocando a spintonarsi …

La memoria saltella

di ricordo in ricordo

prima si ferma e poi riparte

destinazione pianeta Marte …

Con un balzo torno al presente

e a quanto sia dura volente o nolente

affrontare le risa e i dolori

che può darti un’alba non sempre a colori …

Ora che i bimbi son stati divisi

da una vita puttana

da quattro sorrisi

 

DISTRATTA 2010

.

14 comments

  1. la vita è sempre puttana ..si vende per poco
    e ci lascia spesso con le chiappe per terra
    con le sue gioie e i suoi dolori

    bello
    “affrontare le risa e i dolori

    che può darti un’alba non sempre a colori …”

    Mi piace

  2. Sebbene lo spunto siano ricordi che, da felici e spensierati, poi sono diventati dolorosi, tu qui ne hai composto una poesia che trovo straordinaria, per me una delle tue più belle.
    Sei riuscita a dipingere con delicatezza, ma precisione, un quadro che ha tutte le tonalità!
    Complimenti, ed ora spero che altre foto attirino al tua attenzione e leniscano quel dolore!
    Un abbraccio forte forte, che luci di gioia riescano ad accendersi nel tuo cuore!

    Mi piace

  3. E’ da tempo che scansiono vecchi negativi di mio padre, anche lui come me appassionato di foto, e più ne guardo più ho la netta sensazione che l’assenza è un distacco che si misura in profondità e non in distanza. Il volo dei genitori poi, per me, ha sancito lo status d’orfano pur avendo dei fratelli… e più ti cresci più loro, come dici tu, s’allontanano come satelliti per fecondare altri distacchi futuri. Ma nulla è mai come prima! Non ci volevo credere!!

    Mi piace

      1. Mi dispiace… non avevo capito! Ora però, posso presumere di intuire i motivi di uno pseudonimo così forte, che hai scelto per queste belle pagine… e forse anch’io sono molto “distratto”….mi incaponisco spesso a non voler capire (o accettare) che le cose poi cambiano indipendentemente da me!!! Ad majiora DIS!!!

        Mi piace

      2. “Mi piacciono le persone distratte. Significa che hanno idee e che sono buone; gli stupidi hanno sempre presenza di spirito”…
        Ad majiora a te.

        DIS.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...