AL PROSSIMO TRAMONTO

 

Quando la tristezza se ne va

è come un boomerang che ritorna ancora più violento.

Quando la tristezza è in me,

si sente a casa sua e non posso piangere.

Chissà dove si fermano le lacrime.

Nel buio dello stomaco oppure

sempre in agguato

dietro un finto sorriso.

Quando si è dentro la commedia

 non si può piangere.

I pugni del dolore sono forti ma

resto sempre in piedi.

Il giorno nuovo occupa il suo posto

e la speranza è sempre più lontana.

Non mi rispecchio in quest’alba.

Starò ferma ad aspettare

quanto non so,

forse fino al prossimo tramonto.

 

Ðιک.

 

 

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...